Check Documentazione - Piani di sicurezza

Vai ai contenuti

Menu principale:

Check List

In questa sezione e' possibile visionare le liste di controllo inerenti gli obblighi di tenuta della documentazione.

 

SEZIONE II - DOCUMENTAZIONE DI CANTIERE

 

PUNTO DI VERIFICA

RIFERIMENTO

C

NC

NA

PIANI DI SICUREZZA

1.     

Piano operativo di sicurezza (POS)

Piano operativo di sicurezza (P0S) di cui all'art. 89, c. 1, lett. h), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.. Deve essere redatto sia dall’impresa affidataria che dalle imprese esecutrici.

Art. 92, c. 1, lett. a), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

2.     

Verifica congruenza POS affidataria con POS subcontrattisti

Accertamento della verifica da parte dell'impresa affidataria della congruenza del POS dei subcontrattisti al proprio POS.

Art. 97,comma 3, lettera b, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

3.     

Piano di lavoro bonifica dall'amianto

Piano di lavoro redatto dall'impresa che esegue lavori di demolizione o rimozione dell'amianto o dei materiali contenenti amianto.

Art. 256 D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

4.     

Procedura di fornitura del calcestruzzo in cantiere

Procedura di fornitura del calcestruzzo in cantiere da attuare a cura dell'impresa esecutrice delle strtture in c.a. e il fornitore.

Artt. 96, c. 1-bis), secondo periodo, 26 c. 3, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

Lettera circolare M.L.P.S. 10 febbraio 2011

 

 

 

5.     

Procedura di lavoro negli ambienti confinati

Negli interventi riguardanti gli ambienti con sospetto di inquinamento o confinati deve essere preventivamente adottata ed efficacemente attuata una procedura di lavoro specificamente diretta a eliminare o, ove impossibile, ridurre al minimo i rischi propri delle attività in ambienti confinati, comprensiva della eventuale fase di soccorso e di coordinamento con il sistema di emergenza del Servizio sanitario nazionale e dei Vigili del Fuoco. Tale procedura potra' corrispondere a una buona prassi, qualora validata dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ai sensi dell'articolo 2, comma 1, lettera v), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Art. 3, c. 3, DPR 177/2011

 

 

 

6.     

Programma delle demolizioni

La successione dei lavori di demolizione deve risultare da apposito programma contenuto nel POS e tenuto a disposizione degli organi di vigilanza.

Art. 151, c. 2, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

VARIE

7.     

Notifica preliminare

Il Committente o il responsabile dei lavori, prima dell’inizio dei lavori, trasmette agli organi preposti la notifica preliminare. Copia della notifica deve essere affissa in maniera visibile presso il cantiere.

Art. 99, D.Lgs 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

8.     

Libro unico del lavoro

I datori di lavoro privati, con la sola esclusione del datore di lavoro domestico, devono istituire e tenere il Libro unico del lavoro, sul quale devono essere iscritti i lavoratori subordinati, i collaboratori coordinati e continuativi (con o senza progetto) e gli associati in partecipazione con apporto lavorativo.

Circolare Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 20/08

 

 

 

9.     

Registro degli infortuni

La tenuta del registro infortuni è obbligatoria per tutte le aziende nelle quali siano occupati prestatori di lavoro subordinate e per tutte le attività pubbliche e private.

Art. 53 comma 6, D.Lgs 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

COMPITI SPECIALI

10.   

Designazione addetti a compiti speciali

Il datore di lavoro deve designare preventivamente i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza.

Artt. 18, c. 1, lett. b) e 43. c. 1, lett. b), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

11.   

Incaricati controllo sicurezza

Incarico ai soggetti deputati al controllo delle condizioni di sicurezza in cantiere e dell'applicazione delle disposizioni e prescrizioni del PSC.

Art. 97, c. 1, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

PONTEGGI

12.   

Attestato pontisti

Il datore di lavoro assicura che i ponteggi siano montati, smontati o trasformati sotto la diretta sorveglianza di un preposto, a regola d’arte e conformemente al Pi.M.U.S., ad opera di lavoratori che hanno ricevuto una formazione adeguata e mirata alle operazioni previste. I soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità dei corsi sono riportati nell’ALLEGATO XXI.

Artt. 136 c. 6, 7, 8 dell'All XXI (Provvedimento Conferenza Stato Regioni del 26/01/2006 ), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

13.   

Autorizzazione e libretto ponteggio

Autorizzazione ministeriale e libretto del ponteggio rilasciati dal fabbricante.

Art. 131, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

14.   

Controlli dei ponteggi

Prima di reimpiegare elementi di ponteggi di qualsiasi tipo si deve provvedere alla loro verifica per eliminare quelli non ritenuti più idonei ai sensi dell’ALLEGATO XIX.

Il preposto, ad intervalli periodici o dopo violente perturbazioni atmosferiche o prolungata interruzione di lavoro deve assicurarsi della verticalità dei montanti, del giusto serraggio dei giunti, della efficienza degli ancoraggi e dei controventi, curando l’eventuale sostituzione o il rinforzo di elementi inefficienti.

I vari elementi metallici devono essere difesi dagli agenti nocivi esterni con idonei sistemi di protezione.

Art. 112. c. 2, 137 e All. XIX, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

15.   

Libretto ponte su ruote

Libretto di istruzioni del ponte su ruote fornito dal costruttore.

Art. 71, comma 4, lettera a2, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

16.   

Piano di montaggio, uso e smontaggio ponteggi

Nei lavori in quota il datore di lavoro provvede a redigere a mezzo di persona competente un piano di montaggio, uso e smontaggio (Pi.M.U.S.), in funzione della complessità del ponteggio scelto, con la valutazione delle condizioni di sicurezza realizzate attraverso l’adozione degli specifici sistemi utilizzati nella particolare realizzazione e in ciascuna fase di lavoro prevista. Tale piano può assumere la forma di un piano di applicazione generalizzata integrato da istruzioni e progetti particolareggiati per gli schemi speciali costituenti il ponteggio, ed è messo a disposizione del preposto addetto alla sorveglianza e dei lavoratori interessati.

Art. 136, c. 1, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

17.   

Progetto del ponteggio

I ponteggi di altezza superiore a 20 metri e quelli per i quali nella relazione di calcolo non sono disponibili le specifiche configurazioni strutturali utilizzate con i relativi schemi di impiego, nonché le altre opere provvisionali, costituite da elementi metallici o non, oppure di notevole importanza e complessità in rapporto alle loro dimensioni ed ai sovraccarichi, devono essere eretti in base ad un progetto comprendente:

a) calcolo di resistenza e stabilità eseguito secondo le istruzioni approvate nell’autorizzazione ministeriale;

b) disegno esecutivo.

Dal progetto, che deve essere firmato da un ingegnere o architetto abilitato a norma di legge all’esercizio della professione, deve risultare quanto occorre per definire il ponteggio nei riguardi dei carichi, delle sollecitazioni e dell’esecuzione.

Art. 133, c. 1, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

APPARECCHI A PRESSIONE

18.   

Libretti recipienti a pressione

Libretti dei recipienti a pressione di capacità superiore a 25 litri (o 50 litri e 12 bar massimo) completi delle eventuali verifiche periodiche.

Art. 71, comma 11 e allegato VII, D.Lgs. 81/08 e s. m. e i.

 

 

 

APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO

19.   

Coordinamento uso di gru interferenti

Documento di coordinamento di gru a torre interferenti nel medesimo cantiere o in cantieri limitrofi.

Art. 71, c. 2, lett. d) e c. 3 D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

Art. 95, c. 1, lett. b), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

20.   

Corretta installazione apparecchi di sollevamento

Dichiarazione rilasciata dall'installatore attestante la corretta installazione di un'attrezzature di lavoro (tipo gli apparecchi di sollevamento dei carichi, ecc.) la cui sicurezza dipende dalle condizioni di installazione.

Art. 71, 7. 8, lett. a), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

Art. 95, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

21.   

Idoneità del piano di appoggio di una gru

Dichiarazione d'idoneità del piano di appoggio di una gru a torre o di scorrimento di una gru a torre su binari attestata dall'impresa esecutrice o, nei casi non previsti dal libretto d'uso e manutenzione, da parte di un tecnico abilitato.

Art. 71, c. 4, lett. a), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

Art. 95, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

22.   

Libretto apparecchio di sollevamento

Libretto degli apparecchi di sollevamento di portata superiore a 200 Kg. completi dei verbali di verifica periodica effettuata dall’INAIL (ex ISPESL).

Art. 71, comma 11, e allegato VII, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

23.   

Prima verifica di un'attrezzatura

Prima verifica di legge di un'attrezzatura di cui all'allegato VII del D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i. effettuata dall'INAIL (ex ISPESL).

Art. 71 c. 11 D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

DM 11 aprile 2011

Art. 95, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

24.   

Verifica periodica di un'attrezzatura di lavoro

Verifica periodica di un'attrezzature di lavoro di cui all'allegato VII del D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

Artt. 71, c. 11 e 95, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

DM 11 aprile 2011

 

 

 

ATTREZZATURE DI LAVORO

25.   

Dichiarazione conformità ai requisiti generali

Dichiarazione del datore di lavoro attestante la conformità ai requisiti generali di sicurezza di cui all'allegato V del D.Lgs. 81/2008 in assenza di specifiche disposizioni legislative e regolamentari.

Art. 70 c. 2 D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

26.   

Dichiarazione di conformità CE di un'attrezzatura di lavoro

Dichiarazione del costruttore di un'attrezzatura o di un DPI attestante la conformità alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari.

Solitamente è contenuta nel libretto d'uso e manutenzione.

Art. 71, c. 1, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

27.   

Libretto d'uso e manutenzione

Libretto rilasciato dal costruttore di un'attrezzatura di lavoro indicante le modalità d'uso e la corretta manutenzione.

 

 

 

 

28.   

Prima verifica di un'attrezzatura

Prima verifica di legge di un'attrezzatura di cui all'allegato VII del D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i. effettuata dall'INAIL (ex ISPESL).

Art. 71 c. 11 D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

DM 11 aprile 2011

Art. 95, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

29.   

Registro dei controlli di un'attrezzatura

Risultati dei controlli periodici e straordinari riportati per iscritto da parte dell'impresa utilizzatrice di attrezzature di lavoro soggette ad influssi che possono provocare deterioramenti suscettibili di dare origine a situazione di pericolose.

Art. 71, c. 9, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

Art. 95, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

30.   

Verifica periodica di un'attrezzatura di lavoro

Verifica periodica di un'attrezzature di lavoro di cui all'allegato VII del D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

Artt. 71, c. 11 e 95, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

DM 11 aprile 2011

 

 

 

GABINETTI E LAVABI

31.   

Convenzione gabinetti e lavabi nei pressi del cantiere

Convenzione con strutture idonee aperte al pubblico in prossimità del cantiere per l'utilizzo di servizi igienico assistenziali nei cantieri con mancanza di spazi sufficienti.

Art. 96, c. 1, lett. a) e allegato XIII p.to 3.5, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

IMPIANTI DI CANTIERE

32.   

Calcolo della probabilità di fulminazione

Calcolo della probabilità di fulminazione o "autoprotezione" contro le scariche atmosferiche eseguito secondo la norma CEI 81/10.

Art. 84, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

33.   

Controlli periodici e straordinari dell'impianto elettrico, di terra e contro scariche atmosferiche

Verbalizzazione dei controlli periodici e straordinari degli impianti elettrico, di terra e contro scariche atmosferiche di cantiere.

Art. 86 cc. 1 e 3, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

Art. 96, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

34.   

Denuncia impianto di terra o contro le scariche atmosferiche

Documentazione attestante la trasmissione della dichiarazione di conformità dell'impianto di terra o dell'impianto contro le scariche atmosferiche, se realizzato, all'INAIL (ex IPSESL), ASL o ARPA competenti per territorio o solamente allo sportello unico attivato dal comune.

Art. 2, cc. 2 e 3, DPR 462/2001

Art. 86, c. 1, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

35.   

Dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico e di messa a terra

Dichiarazione di conformità emessa dall'installatore qualificato dalla CCIAA ai sensi del DM 37/2008.

Art. 10, c. 2, DM 37/2008

Art. 95, c. 1, lett. d), D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

36.   

Verifica periodica biennale dell'impianto di terra

Verifica periodica biennale dell'impianto di terra e dell'eventuale impianto contro le scariche atmosferiche.

Art. 4 DPR 462/2001

Art. 86, c. 1, D.Lgs. 81/2008 e s. m. e i.

 

 

 

 

 
Torna ai contenuti | Torna al menu